Favara al tempo della crisi. Intervista mensile alle professionalità del nostro paese

L’intervista di questo mese è dedicata a una giovane imprenditrice nel settore della moda, Martina Imbergamo, proprietaria della boutique per spose Blanc Atelier.

Salve Martina, ci parli di lei. 

«Sono una giovane donna che ha fatto un percorso di studio accademico. Mi sono laureata in giurisprudenza e ho deciso di non proseguire in questo settore perché lo reputavo un ambiente che poco si confaceva ai miei valori. Così mi sono messa in gioco e ho scelto di cambiare mestiere, orientandomi sul campo della moda e, in particolare, di quella per sposa, un ambito che mi permetteva di esprimere al meglio il mio gusto. La moda, per me, è una passione fin da bambina. La mia idea era di aprire un negozio per spose diverso da quello che offriva il mercato, volevo proporre uno stile ricercato e allo stesso tempo elegante che si confacesse a una giovane donna moderna e al passo con i tempi».

Da quanto tempo ha aperto la sua attività?  

«Da tre anni e mezzo. Ho aperto la mia boutique il 20 Dicembre del 2010. Questa è la quinta stagione».

Come procede? 

«Piuttosto bene. Certo, anche in questo settore la crisi si risente, vi è stata una riduzione del budget delle clienti, per questo bisogna cercare di trovare un giusto compromesso fra la qualità dell’abito e il prezzo. Nelle fiere cerco di arginare il problema affidandomi a marchi anche internazionali che soddisfino questi requisiti senza perdere di vista l’eleganza e il gusto».  

Quali consigli darebbe a un giovane che vorrebbe aprire un’attività? 

«Di studiare. In questo settore non ci s’improvvisa, bisogna essere preparati e competenti. Io sono stata fortunata perché ho avuto la possibilità di fare uno stage in un’azienda dove ho imparato tutti i segreti di questo mestiere».

Come vede il futuro?

«Sono fiduciosa, ho in mente nuovi ambiziosi progetti. La mia fortuna più grande è avere l’affetto della mia famiglia, soprattutto di mio padre, il mio primo sostenitore e mio maestro di vita. Questo, insieme ai piccoli e costanti passi fatti, mi danno la forza per andare avanti con grinta e determinazione».

Rosalva Contrino